RENE’ HOUSEMAN e un gol da ubriaco

Ci ha lasciati pochi anni fa. E’ stato uno dei “nostri”. Di quelli che hanno vissuto il calcio con lo spirito non dei “robot” impostati e noiosi di oggi ma con uno spirito “puro” … e anche con qualche difetto che ce lo avvicina ancora di più.

El Loco Houseman era un uomo semplice che amava la gente del suo Barrio e che Gauloises e vino erano una compagnia insostituibile.

Se ne sono raccontate tante sui suoi vizi ma è lui a raccontarci la verità, come del resto ha sempre fatto.

“Solo una volta giocai mentre ero davvero ubriaco. Venivo dalla festa di compleanno di mio figlio e arrivai al campo che quasi non stavo in piedi. Non so quante docce gelate mi costrinsero a fare per cercare di rimettermi in sesto. Alla fine lasciarono a me la decisione e io risposi che avrei potuto giocare anche su una gamba sola ! Li convinsi, scesi in campo dall’inizio, feci un gol, chiesi il cambio e andai e negli spogliatoi a dormire”. 

… qualcuno ha provato a scoprirlo …

About Author /

Remo Gandolfi è nato e vive a Parma. Ha un patentino di allenatore messo in qualche ripostiglio a prendere polvere, ama il calcio, il ciclismo, la musica rock, la storia contemporanea, l’Argentina, tutti i piatti con il tartufo e la Guinness. E sull'amato pallone la pensa esattamente come Angel Cappa, figura romantica del calcio argentino: “Non si può ridurre il calcio solo al risultato, come non si può ridurre l’amore solo all'orgasmo”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search