FACUNDO PELLISTRI

Le novità non sono mai finite per noi del “Nostro Calcio”.

Se è vero che siamo dei nostalgici e che il calcio del passato ci affascina tantissimo non smettiamo però di guardare partite di calcio da ogni parte del mondo.

In giro per questi campionati, soprattutto in quelli considerati “minori”, ci siamo imbattuti spesso in calciatori più o meno conosciuti, giovani ma non solo, che potrebbero fare al caso di diverse società italiane, non solo di Serie A ma anche della serie cadetta.

Da oggi, a scadenze regolari, vi proporremo i nostri “CONSIGLI PER GLI ACQUISTI” specificando chiaramente sia il valore dei calciatori da noi indicati sia i potenziali acquirenti.

Cosa importantissima: LA VOSTRA OPINIONE amici del Blog.

Commenti, giudizi, domande … tutto quello che può servire a conoscere meglio insieme anche questo aspetto del Nostro Calcio.

Si parte!!!

NOMEFACUNDO PELLISTRI
NAZIONALITÀURUGUAY
DATA DI NASCITA20/12/2001
SQUADRA DI APPARTENENZAMANCHESTER UNITED
VALORE DI MERCATO2.5 milioni € (fonte TRANSFER MARKT)
CONTRATTOSCADENZA: 30.06.2025
RUOLOALA DESTRA (preferito) ALA SINISTRA o MEZZAPUNTA
CARATTERISTICHE e STORIADopo una sola stagione da titolare nel Peñarol viene acquistato nel 2020 dal Manchester United e da gennaio 2021 viene ceduto in prestito all’Alaves. Ha già esordito con la nazionale del suo Paese. Nell’Alaves non ha però trovato spazio con continuità.
PUNTI DI FORZAGrande tecnica di base unita a grandi doti nell’uno contro uno. Dotato di un notevole “cambio di passo” nel breve. Bravo al cross anche se ha margini di miglioramento
LACUNEFisico ancora un tantino gracile e deve sicuramente migliorare nella capacità di smarcamento oltre ad essere ancora poco concreto in zona gol.
CONSIGLIATO ASquadre di medio-bassa classifica della nostra Serie A in quanto necessita di giocare con continuità. Perfetto per una squadra ambiziosa della serie cadetta. Ideale per un prestito.
VALUTAZIONE ATTUALE80/100
VALUTAZIONE POTENZIALE85/100

About Author /

Remo Gandolfi è nato e vive a Parma. Ha un patentino di allenatore messo in qualche ripostiglio a prendere polvere, ama il calcio, il ciclismo, la musica rock, la storia contemporanea, l’Argentina, tutti i piatti con il tartufo e la Guinness. E sull'amato pallone la pensa esattamente come Angel Cappa, figura romantica del calcio argentino: “Non si può ridurre il calcio solo al risultato, come non si può ridurre l’amore solo all'orgasmo”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search