“EL MAGICO GONZALEZ”

Un fenomeno. Un genio. Un pazzo. Un incosciente che ha buttato alle ortiche la sua carriera. Un uomo buono e di cuore che ha vissuto la sua vita come voleva, sempre al massimo.

Questo, e tanto altro, si potrebbe dire di Jorge “Magico” Gonzalez.

Noi, tratto da http://www.urbone.eu/obchod/matti-miti-e-meteore-del-f%C3%B9tbol-sudamericano

Vi raccontiamo questo aneddoto … e poi non diteci che anche voi, ancora prima di vedere il video qua sotto con le migliori giocate del “Magico” non vi siete già innamorati di lui …

Il Barcellona di Diego Armando Maradona e del “Flaco” Menotti sta disputando una tournèe di fine stagione negli Stati Uniti.

E’ notte fonda quando nell’albergo che ospita la squadra catalana scatta l’allarme antincendio.

Nel giro di pochissimi istanti tutti sono fuori dalle loro camere e si ritrovano nella hall dell’albergo.

Tutti tranne uno.

Jorge Alberto Gonzalez.

Un dirigente del Barcellona e un dipendente dell’albergo salgono verso la sua camera, ancora chiusa dall’interno.

Bussano, chiamando a gran voce Jorge.

Dopo qualche secondo Gonzalez, con solo un paio di boxer addosso, va loro ad aprire.

Dietro di lui, coricata sul letto c’è una ragazza.

Il dirigente inveisce contro il calciatore. “Che cazzo fai ancora qua ? Sono tutti giù nella hall tranne te !”.

La risposta di Gonzalez è lapidaria.

“Io non lascio mai le cose a metà”.

About Author /

Remo Gandolfi è nato e vive a Parma. Ha un patentino di allenatore messo in qualche ripostiglio a prendere polvere, ama il calcio, il ciclismo, la musica rock, la storia contemporanea, l’Argentina, tutti i piatti con il tartufo e la Guinness. E sull'amato pallone la pensa esattamente come Angel Cappa, figura romantica del calcio argentino: “Non si può ridurre il calcio solo al risultato, come non si può ridurre l’amore solo all'orgasmo”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search