Una delle storie più bizzarre e divertenti arriva dalla Seconda Divisione del campionato danese.

L’Ebeltoft ospita sul suo terreno il Norager.

E’ una partita equilibrata e spettacolare.

Il Norager sta vincendo per quattro reti a tre quando siamo ormai nella battute conclusive dell’incontro.

L’Ebeltoft è tutto riversato in attacco alla ricerca del gol del pareggio.

Scadono però i novanta minuti e l’arbitro dell’incontro, il signor Henning Erikstrup, porta il fischietto alla bocca per sancire la fine delle ostilità.

Il problema è che mentre sta per fischiare la fine del match … la dentiera gli esce dalla bocca e cade sul terreno di gioco prima che dal suo fischietto esca qualsiasi tipo di suono !

Si precipita a raccogliere la dentiera ma prima che riesca a riposizionarla l’Ebeltoft segna il sospirato gol del pareggio !

4 a 4 e partita finita ?

Non se ne parla neppure !

Il Signor Erikstrup annulla il gol tentando di spiegare quanto è accaduto a lui e alla sua dentiera. Come è facile immaginare le proteste di giocatori e tifosi dell’Ebeltoft sono veementi.

La faccenda assume proporzioni importanti e Il caso arriva sul tavolo della Federazione danese che sancisce che il referto dell’arbitro è inconfutabile.

4 a 3 per il Norager è il risultato che andrà in archivio.

… con il regalo che alcuni tifosi dell’Ebeltoft faranno arrivare qualche giorno dopo al Signor Erikstrup … una confezione di collante per dentiera.

Avatar
Remo Gandolfi

Remo Gandolfi è nato e vive a Parma. Ha un patentino di allenatore messo in qualche ripostiglio a prendere polvere, ama il calcio, il ciclismo, la musica rock, la storia contemporanea, l’Argentina, tutti i piatti con il tartufo e la Guinness. E sull'amato pallone la pensa esattamente come Angel Cappa, figura romantica del calcio argentino: “Non si può ridurre il calcio solo al risultato, come non si può ridurre l’amore solo all'orgasmo”.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.