JENS JOENGBLOED: Un “matto” tra i pali

Noi abbiamo scritto “matto” ma in realtà fu un assoluto innovatore nel ruolo del portiere. Uno con la sua abilità con i piedi oggi varrebbe decine di milioni.

Non dimentichiamoci però che Jens Joengbloed sapeva parare.

Magari non stilisticamente perfetto ma in fondo “l’importante è che la palla non superi quella maledetta linea bianca”.

Una vita però dove all’improvviso arriva anche una tragedia.

La peggiore possibile per un padre.

La storia di Jens Joengbloed la trovate su https://www.urbone.eu/products/questo-e-il-nostro-calcio … ma come sempre, se cercate, la trovate anche qua …

About Author /

Remo Gandolfi è nato e vive a Parma. Ha un patentino di allenatore messo in qualche ripostiglio a prendere polvere, ama il calcio, il ciclismo, la musica rock, la storia contemporanea, l’Argentina, tutti i piatti con il tartufo e la Guinness. E sull'amato pallone la pensa esattamente come Angel Cappa, figura romantica del calcio argentino: “Non si può ridurre il calcio solo al risultato, come non si può ridurre l’amore solo all'orgasmo”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search