V PER VICENZA

Il libro di Angelo Taglieri è l’occasione per ripercorrere la splendida cavalcata del Vicenza in Coppa della Coppe, attraverso una cronaca piacevole e precisa, supportata dalla parole dei protagonisti.

“Ho realizzato il sogno di un bambino che giocava in strada a Cassino, che si allenava sui campi in pietra e in terra battuta. Quel bambino capì che quello era il momento di realizzare il suo sogno” (D. Di Carlo).

“Per me stare a Vicenza era come stare sulla luna” (L. Zauli).

“Viviani e Di Carlo mi hanno aiutato tanto, Zauli è il più grande mistero del calcio. Io, Di Napoli, Francy Coco, Roby Baronio…” (M. Ambrosini).

“Il gol che ci ha fatto Luiso ci ha dato una carica pazzesca. Avevo perso la Coppa delle Coppe contro l’Arsenal, avevo qualcosa in più che mi spingeva…” (G. Zola).

“Quello che abbiamo fatto era il voler andare oltre i propri limiti, era voglia di lottare, era poesia. Era provincia vera” (P. Luiso).

E poi le trasferte in Ucraina e in Polonia, la moquette negli spogliatoio, la simpatia di Otero, la tattica di Guidolin, la maglia di Superman di Viviani, i laccetti di Ambrosetti. Tutto, ma proprio tutto, il bello di quell’annata incredibile. Raccontato da chi ha vissuto quel Vicenza. Anzi, da chi è stato quel Vicenza.

About Author /

nasce a Milano il 7 settembre 1988, la sera in cui il Milan di Sacchi inizia la sua cavalcata in Coppa dei Campioni, vincendo in Bulgaria col Vithosa Sofia. Bibliotecario prima, giornalista poi, dal 2015 scrive per Calciomercato.com e con la sua rubrica, “L’Angolo del Nerd”, cerca di mettere insieme le passioni di una vita: calcio, cinema e letteratura. Autore del romanzo Generazione Fantacalcio, ha tanti sogni in un cassetto posizionato sotto un chiodo. A cui mancano ancora gli scarpini.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search