Renato Villa
Renato Villa

Sono genovese, e fin da ragazzo ho cominciato ad essere legato al rosso e al blu del Genoa. Ma quella è solo una delle mie tante passioni. Ad esempio, avrò visto una decina di concerti di De Andrè, e non riesco ancora a credere di non poterlo più vedere. Ho la fissa della Formula 1, amore adolescenziale, sognavo di diventare pilota e non ho nemmeno la patente… E poi, sono collezionista di squadre di Subbuteo, pezzi unici che per me rappresentano la storia e la leggenda di chi è stato capace di “compiere l’impresa”, come il Celtic del 67 o l’Atalanta dell’88. Sono patito di fantascienza raccontata in tutti i modi, dal film al fumetto al libro, tanto che ho raccolto materiale di ogni tipo. Sono un malato di cinema, che col cinema si è laureato e si è divertito andando in giro per festival, ed ho da qualche parte pressbook e foto raccolti a Venezia. Sono un tipo strano, che adora scrivere e leggere e rintanarsi nelle sue tante vite alternative. Mi conoscerete, e spero che mi apprezzerete, qui sopra. La mia firma? Renato Villa...