Facebook
Twitter
Rss
Youtube
Mina D’Ippolito. La storia del Futsal ...   1) Ciao Mina, grazie per la tua disponibilità. ... - 06 Mar 2015
Pronostici sulla Serie A Oggi in assenza della Premier League passiamo all'analisi delle ... - 14 Feb 2015
Pronostici sulla Premier League TOTTENHAM - ARSENAL   Derby londinese che ha tutta ... - 07 Feb 2015
Pronostici sulla Serie A   Oggi la Premier League è ferma causa FA Cup, quindi ... - 24 Gen 2015
Pronostici sulla Premier League Anticipi della 22esima giornata di Premier LeagueASTON VILLA ... - 17 Gen 2015
Manuel Neuer, ovvero l'elogio della ...     Un vecchio adagio dice che chi ama il calcio ma ... - 13 Gen 2015

Chelsea

Risultato
Mer 30/04/2014
chelsea
1
3
889
Chelsea
Atletico Madrid
36' Torres




72' Arda Turan
60' Diego Costa
44' Adrian


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Chi ha fatto trenta può far trentuno". 

Il significato di questa espressione coniata da Papa Leone X è noto ai più. Sicuramente ne sono a conoscenza Mourinho e Simeone, i cui sproni durante i concistori del pre-gara sono stati dominati da un comune leitmotiv : "Non possiamo arrenderci adesso". 

Le due squadre che si affrontano in questa semifinale di Champions si sono spinte oltre ogni aspettativa di inizio stagione, sono in corsa per vincere i rispettivi titoli nazionali e non sembrano intenzionate ad allentare la tensione. 

Il dilemma dell'incontro risiede nel fatto che le due formazioni condividono il principale punto di forza: l'abilità psico-tattica dell'allenatore. Come ha ben evidenziato la gara di andata (0-0), in questi casi  si rischia la paralisi del match. 

La posta in gioco è troppo alta per poter badare allo spettacolo? Forse sì. Eppure, tutto dipende da cosa si intende quando si scomoda il termine spettacolo in riferimento al calcio: la tattica, per un appassionato, può essere spettacolare.

Il Real Madrid e Ancelotti attendono intrepidi, l'avversario che li separa dalla decima è qui.

In casa blues  non recupera Cech, Oscar siede in panchina e Azpilicueta viene schierato a sorpresa tra i tre che hanno il compito di sostenere Torres. Mou opta per un atteggiamento guardingo. Pesantissima l'assenza di Lampard in mezzo al campo.

L' Atletico si presenta con la novità Tiago che prende il posto dello squalificato Gabi, Arda Turan preferito a Raul Garcia e Adrian come seconda punta al fianco di Diego Costa.

 

Risultato
Mar 22/04/2014
889
0
0
chelsea
Atletico Madrid
Chelsea










 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Al Vicente Calderon di Madrid va di scena la prima semifinale di andata di Champions League, a sfidarsi l’Atletico Madrid  di Simeone e il Chelsea di Josè Mourinho. I colchoneros, squadra rivelazione sia di Spagna che d’Europa, guidano la Liga a 85 punti, a quattro lunghezze di distanza dai secondi, i concittadini del Real. Una favola, quella della squadra del Cholo Simeone, in attesa soltanto di un lieto fine. Nessuno, nemmeno lo scommettitore più accanito e lungimirante, avrebbe scommesso un euro su un Atletico in semifinale di Champions League e dominatore della Liga. Invece gli uomini del Cholo sono qui, a giocarsi l’accesso alla finale di Champions, guidati dal carisma di un tecnico che ha stupito gli osservatori di tutta Europa, e da un Diego Costa sempre più bomber di livello mondiale. L’ultimo ostacolo da superare per giocarsi il trofeo a Lisbona il 24 maggio è il Chelsea di Josè Mourinho. Il portoghese, già campione d’Europa per 2 volte, cerca lo storico tris che lo porterebbe nell’olimpo dei migliori allenatori di tutti i tempi, eguagliando il record di Bob Paisley. I blues reduci dalla sconfitta casalinga contro il Sunderland, sembra abbiano abbandonato definitivamente l’obbiettivo Premier League, il Liverpool capolista è distante 5 lunghezze e a tre giornate dalla fine l’impresa sembra impossibile. Ultimo obiettivo rimasto è dunque quello di conquistare il massimo torneo europeo, ma bisogna battere prima l’Atletico Madrid. I londinesi arrivano a Madrid con assenze importanti: oltre allo squalificato Ivanovic sostituito da Cahill, Mou è costretto a fare a meno anche degli acciaccati Eto’o e Hazard. Simeone può invece contare su tutti i suoi effettivi e schiera la migliore formazione possibile con Courtois in porta; Juanfran, Miranda, Godin e Felipe Luis a formare la retroguardia difensiva; Raul Garcia, Gabi, Mario Suarez, Koke a centrocampo e con l’ex juventino Diego a supportare l’unica punta Diego Costa. 

 

 

Risultato
Mar 08/04/2014
chelsea
2
0
psg
Chelsea
Psg
86' Demba Ba
32' Schurrle








 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il rischio "zeru tituli" per lo "Special One" è più che concreto: lo slalom di Pastore allo scadere della gara di andata ha sconvolto le quotazioni per il passaggio del turno alle semifinali. Il 3-1 maturato al Parco dei Principi consente al PSG di approcciarsi alla gara dello Stamford Bridge con relativa tranquillità, nonostante l'assenza dell'imprescindibile Ibrahimovic. Mourinho, tuttavia, non è uno sprovveduto, conosce i segreti del calcio come pochi e nella graduatoria dei motivatori occupa senz'altro la prima posizione. Le qualità per infondere alla sua squadra la necessaria convinzione le ha tutte, insomma. 

L'ultimo precedente in cui il Chelsea è riuscito a rimontare uno svantaggio di 3-1 risale all'edizione 2011/2012; suo avversario era il Napoli di Mazzarri. Il paragone con il PSG di Blanc non sussiste, Cavani e Lavezzi esclusi. Sulla panchina dei blues siedeva Di Matteo, il figliol prodigo Mou non può permettersi di suscitare alcuna nostalgia. 

 

Queste le formazioni: Cech, Ivanovic, Cahill, Terry, Azpilicueta, Lampard, D. Luiz, Oscar, Willian, Eto'o, Hazard per il Chelsea; Sirigu, Jallet, Alex, T. Silva, Maxwell, T.Motta, Verratti, Matuidi, Lavezzi, Lucas, Cavani per i parigini.

 

 

Risultato
Mer 02/04/2014
psg
3
1
chelsea
Psg
Chelsea
92' Pastore
61' David Luiz (autogol) 
4' Lavezzi


27' Hazard




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Allons enfants de la patrie, le jour de gloire est arrivè” canta l'inno di Francia, e oggi forse a Parigi, dopo anni, si è aperta una porta verso la gloria calcistica!

Niente è deciso, certo, Josè è una vecchia volpe e al solito qualcosa si inventerà, ma il gol di Pastore a venti secondi dalla fine e il tabellino che recita 3-1, aprono ai parigini la porta delle semifinali di Champions dopo ben venti anni di assenza (due sconfitte 1-0 e 2-0 contro il Milan nel penultimo atto della Champions 1994/95).

Il Psg degli sceicchi dimostra di essere diventato squadra ben prima del previsto; soli due anni dopo l'inizio di un vorticoso spendi e spandi criticato da tanti e adesso sotto osservazione dalla Uefa e dai revisori del Financial Fair Play, oggi quel progetto trova la prima vera compiuta realizzazione.

Ben prima dei “parenti” sceicchi del Manchester City, il Psg potrà arrivare a giocarsi il sogno verso Lisbona, dimostrando che undici (fate anche sedici-diciassette) campioni comprati in appena ventiquattro mesi, si sono fatti squadra.

“Se spendi vinci” non è un teorema del rettangolo verde, e di prove contrarie ne abbiamo avute parecchie; mettere insieme Ibra, Cavani, Lavezzi, Lucas, Verratti, Thiago Silva, Cabaye è un piacere ma anche un' impresa, ma certo la partita di stasera al cospetto di un avversario comunque più esperto, più smaliziato, più abituato a giocare i dentro-fuori, con un tecnico che in dieci anni ne ha sbagliate pochissime, Campione d'Europa e d'Europa League negli ultimi due anni, dimostra che il processo di maturazione di questa squadra la ha resa già valida competitor delle grandi storiche del calcio europeo.

Cresciuti da Carlo Ancelotti e accompagnati alla maggiore età da Laurent Blanc i parigini sono diventati solidissimi in difesa (facile se hai Thiagone), e imprevedibili quando attaccano (certo, si sa, Ibra rende migliori i compagni..chiedete a Nocerino!). In mezzo Marco Verratti, quando Sir. Andrea Pirlo smetterà, ci consentirà di non sentirci orfani dei suoi lanci  di 40 metri.

 

 

InizioPrec12SuccFine
Pagina 1 di 2

Facebook
Twitter
Rss
Youtube

Seguici su Facebook

Ultimi Tweets


NostroCalcioIT RT @MatteDj23: @MinoRaiola per me una 4 formaggi, grazie 🍕
NostroCalcioIT Pronostici sulla Premier League..Scritto dal nostro amico Giuseppe Staniscia http://t.co/o0QFquhGTX
NostroCalcioIT Top Five Questions: Gianluca Isgro’, the recordman! Scritto dal nostro amico Massimo Rappa http://t.co/S5cSjKbmoq

Calendario articoli

Torna su