Facebook
Twitter
Rss
Youtube
Mina D’Ippolito. La storia del Futsal ...   1) Ciao Mina, grazie per la tua disponibilità. ... - 06 Mar 2015
Pronostici sulla Serie A Oggi in assenza della Premier League passiamo all'analisi delle ... - 14 Feb 2015
Pronostici sulla Premier League TOTTENHAM - ARSENAL   Derby londinese che ha tutta ... - 07 Feb 2015
Pronostici sulla Serie A   Oggi la Premier League è ferma causa FA Cup, quindi ... - 24 Gen 2015
Pronostici sulla Premier League Anticipi della 22esima giornata di Premier LeagueASTON VILLA ... - 17 Gen 2015
Manuel Neuer, ovvero l'elogio della ...     Un vecchio adagio dice che chi ama il calcio ma ... - 13 Gen 2015

Mercoledì, 20 Agosto 2014 00:00

Ricomincia la Premier League...

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Premier-League-2014-15

 

A soli trentacinque giorni dalla finale mondiale del Maracanà è ripartita la Premier League.

Il campionato più “ricco” del mondo si presenta ai nastri di partenza più incerto ed indecifrabile che mai.

La sensazione, confermata anche dai risultati del primo turno, è che il Chelsea di Mourinho e il City campione in carica di Pellegrini siano una spanna sopra tutte. Un gradino sotto, l'Arsenal e il Liverpool, grande delusa della passata stagione. Non giudicabili, almeno fino alla chiusura del mercato estivo, il Manchester United di Louis Van Gaal e il Tottenham.

Settecento milioni spesi sul mercato. A tanto ammonta il volume d'affari dell'estate d'Oltremanica.

Fantascienza pura, se pensiamo che prestiti, diritti/obblighi di riscatto, parametri zero e comproprietà sono ormai il pane quotidiano per i nostri esperti di mercato.

Persi Luis Suarez, capocannoniere della Premier 2013/2014 e David Luiz passati rispettivamente dal Liverpool al Barcellona e dal Chelsea al PSG, i club inglesi di prima fascia si sono comunque, tutti rinforzati, e sono stati protagonisti del mercato europeo.

Re del mercato e della prima giornata di Premier League è stato il Chelsea di Mourinho.

I blues hanno piazzato tutti insieme i migliori quattro colpi del mercato.

I tre “colchoneros” Courtois (già in realtà di proprietà dei Blues), Diego Costa e Felipe Luis, insieme a Fabregas, fuggito da casa Barcellona, rendono il Chelsea,  la favorita numero uno della Premier.

Non ci saranno grandi contraccolpi, crediamo, dalle partenze di Ashley Cole direzione Roma e Frank Lampard.

Lunedi sera sul campo del Burnley il Chelsea, pur in svantaggio, ha in soli diciassette minuti pareggiato e capovolto il risultato, sfoggiando un gioco tecnico e veloce, più spagnolo che “mourinhano”.

In gol Diego Costa, Scheurrle su assist di prima di Fabregas e il “solito” terzino Ivanovic.

Vince facilmente anche il City di Pellegrini.

Due a zero a Newcastle con gol di Silva e Aguero.

Il City, reduce da uno strano mercato low profile (Mangala e Fernando gli unici due innesti), ha conquistato così, stagione scorsa compresa, il quattordicesimo risultato utile di fila in Premier.

Contro il Southampton di Rambo Koeman e dell'italiano d'Olanda Graziano Pellè ha invece faticato il Liverpool.

Partito Suarez si attendevano risposte concrete dai due superstiti dello strepitoso attacco Reds Sterling e Suarez.

I due non hanno tradito segnando le due reti che hanno consentito al Liverpool di vincere due a uno contro i Saints.

Nel mezzo il pari del Southampton e una marea di occasioni (clamorosa quella al novantesimo di Long) che potevano dare almeno un punto alla squadra di Koeman.

Vince soffrendo anche l'Arsenal.

Le giustificazioni, però, in questo caso non mancano.

Alexis Sanchez e compagni erano reduci dallo sforzo della Community Shield vinta 3-0 contro il Manchester City e in odore di preliminare di Champions contro il Besiktas.

Contro il Crystal Palace ci ha pensato Aaron Ramsey a siglare in mischia e in sospetto offside il gol del due a uno per i Gunners.

Chi ha perso e data la formazione scesa in campo non c è da stupirsi è il Man United di Louis Val Gaal.

I Red Devils, protagonisti di tutte le trattative di mercato di quest'ultimo mese, alla fine hanno per ora aggiunto al non certo strepitoso organico dell'anno scorso, i soli Ander Herrera per 35$ dall'Athletic Bilbao e Luke Shaw, terzino inglese pagato manco fosse James Rodriguez al Southampton.

Lo United, per la prima volta fuori dalle Coppe Europee dall'arrivo di Sir Alex nel lontano 1986 hanno anche il problema degli esuberi.

Gente come Kagawa, Fellaini, Valencia va collocata sul mercato e dati i lauti ingaggi non sarà facile.

Lo Swansea ha espugnato 2-1 Old Trafford con gol di Ki e Sigurdsson.

Per lo United prodezza in acrobazia di Captain Wayne Rooney.

Il prossimo turno prevede già nel monday night Manchester City-Liverpool.

Lo spettacolo non mancherà, come certamente non mancherà in tutta la Premier 2014-15.

Letto 1009 volte
Michele

27 anni. Laureato in giurisprudenza presso l'università Roma Tre. Master in diritto e impresa presso il Sole 24 ore. Appassionato di Premier League e dei suoi stadi, Nba e storie del calcio che fu. Tifoso del Milan. Giornalisti preferiti: Stefano Borghi, Gianni Mura e Federico Buffa. Sogno nel cassetto: vedere Boca Juniors-River Plate alla Bombonera.


Facebook
Twitter
Rss
Youtube

Seguici su Facebook

Ultimi Tweets


NostroCalcioIT RT @MatteDj23: @MinoRaiola per me una 4 formaggi, grazie 🍕
NostroCalcioIT Pronostici sulla Premier League..Scritto dal nostro amico Giuseppe Staniscia http://t.co/o0QFquhGTX
NostroCalcioIT Top Five Questions: Gianluca Isgro’, the recordman! Scritto dal nostro amico Massimo Rappa http://t.co/S5cSjKbmoq

Calendario articoli

Torna su